Avenue Verte: da Parigi a Londra in bicicletta

Dopo tanta Puglia, una Bari-Napoli e un Puglia-Basilicata, siamo pronti per il grande salto.
Vi portiamo in Europa in bicicletta e percorreremo l’Avenue Verte, un percorso ciclabile che parte da Notre Dame a Parigi e arriva a Westminster a Londra.

La_Neuville-en-Hez_Oise_-_Panneau_kilométrique_de_lavenue_verte_London_Paris-685x320

PROGRAMMA

14 GIUGNO
Benvenuti a Parigi!
Arrivo individuale a Parigi e sistemazione in hotel. 

15 GIUGNO
Parigi-Cergy e dintorni (55 km).
Au revoir Paris! Potrete scegliere se uscire da Parigi seguendo il Canal St Denis o la linea reale che unisce il Louvre ai Campi Elisi, all’arco di Trionfo e alla nuova Parigi della Défense. Dopo Nanterre, entrerete nelle isole e nei parchi cari agli impressionisti, un tempo luogo di rifugio domenicale, dove trascorrere pomeriggi en plen air navigando tra la Senna e la Marna. Benvenuti nella Promenade Bleue di Parigi! Seguite quindi la Senna lungo la riva destra passando per Le Pecq ed entrando nella foresta di Saint-Germain-en-Laye. Arrivo e pernottamento a Cergy.

16 GIUGNO
Cergy-Gisors (65 km).
Si riprende a pedalare nel cuore del parco naturale del Vexin punteggiato di paesi pittoreschi, castelli e dimore agricole. Passate per Théméricourt e la sua bellissima Maison du Parc, quindi continuate fino a Villarceaux e all’omonimo castello settecentesco. Passata la piccola Bray-et-Lû si prosegue lungo il fiume Epte fino a Gisors, dove si trova la fortezza che segnava l’antico confine franco-normanno.

17 GIUGNO
Gisors-Forges-les-Eaux (65 km).
Partenza da Gisors verso Gournay-en-Bray e poi verso Forges-les-Eaux, rinomata stazione termale. Benvenuti in Normandia o meglio in Gourmandie, terra di sapori unici!

18 GIUGNO
Forges-les-Eaux-Newhaven (60 km + traghetto).
Da Forges-les-Eaux seguite la nuovissima pista ciclabile che vi porterà direttamente al mare, attraversando la meravigliosa campagna disseminata di fattorie che con i loro eccellenti prodotti riforniscono i mercati normanni e parigini. Nella seconda parte del percorso, invece, il paesaggio si colora di azzurro; passerete per l’estuario dell’Arques dominato dall’omonimo castello, e da antiche cave di arena divenute rifugio di uccelli palustri. Eccovi a Dieppe, la prima stazione balneare francese che ospitò numerosi pittori impressionisti. Alle 17, ritrovo al molo per attraversare la Manica. Pernottamento a Newhaven.

19 GIUGNO
Newhaven-East Grinstead (20 km in treno 55 km in bici ).
Da Newhaven, raggiungerete in treno Polegate. Di nuovo in sella lungo la Cuckoo Valley, percorreretel’antica linea ferroviaria fino aHeathfield. Da qui la strada si fa più impegnativa ma da Groombridge sarà nuovamente pianeggiante. Seguendo la Forrest Way arriverete a East Grinstead, antica cittadina commerciale. Qui potrete ammirare High Street, con le antiche case in legno risalenti al XIV secolo.

20 GIUGNO
East Grinstead-Londra (35 km + 25 km treno).
Di nuovo sui pedali seguendo la  “Worth Way”, pista ciclabile immersa in un meraviglioso bosco, fino a raggiungere Crawley: città ultramoderna, vi darà un assaggio della grande Londra. Da qui in treno si prosegue fino a Coudson. Di nuovo in sella  attraverso i meravigliosi parchi e le nuovissime piste ciclabili finalmente arriverete diritti diritti nel cuore della città, Westminster sarà la meta di oggi.

21 GIUGNO
Londra.
Dopo colazione, fine dei servizi e..goodbye!

QUOTA PER PERSONA IN DOPPIA o TRIPLA:

900 euro hotel 2/3/4*

LA QUOTA COMPRENDE:

7 pernottamenti con colazione
5 cene (bevande escluse e cene di Parigi e Londra escluse)
noleggio bici
trasporto bagagli
trasferimento in nave da Dieppe a Newhaven
mezzo al seguito
assicurazione medico/bagaglio
gadget gruppi (borsa laterale doppia impermeabile da bici)

SUPPLEMENTI PER PERSONA:
350 euro camera singola
130 euro bici elettrica (numero limitato)

COME PRENOTARE
Versare il 30% di acconto (€ 270,00) entro il 15 Febbraio 2014 tramite bonifico bancario.
Il bonifico va intestato a:

Associazione La Ciclofficina
Banca Prossima
IBAN: IT08I0335901600100000071214
Causale: Prenotazione Parigi – Londra – Nome e Cognome del partecipante

Aperto il tesseramento 2014

E’ in corso il tesseramento 2014.

La tesserà ha validità 1 anno (solare, fino al 31 dicembre) e costa 10€.

Dà diritto ad utilizzare gratuitamente gli spazi e le attrezzature de La Ciclofficina a Putignano (BA), per sistemarsi la propria bici. Inoltre dà la possibilità di partecipare alle nostre ciclopasseggiate ed escursioni.

Potete chiedere la tessera 2014 anche online!

Per ulteriori informazioni info@laciclofficina.it

tessera-fronte

“ma che bellezza” a Barsento – Noci (BA)

Invito Barsento Noci (BA)

Al BucoBum Festival si va in bici!

bucobum

 

BucoBum e La Ciclofficina insieme per l’edizione 2013 del Festival.

Nei giorni 1 e 22 Agosto sono previste due ciclopasseggiate con tappa finale al Villino di via Pastore a Noci.

Il 17 Agosto, invece, tutti coloro che si recheranno al Festival in bici saranno premiati con un biglietto che gli permetterà di partecipare ad una speciale lotteria. In palio  una bellissima bici!

E per promuovere questa forma di mobilità sostenibile, tutte le altre sere in palio per chi si recherà al Festival in bici altri piccoli regali.

Tutte le informazioni sul Festival suhttp://bucobum.wix.com/bucobum#!home/c1kze

ECO HOST: quando in Puglia si parla di ospitalità sostenibile

Nelle scorse settimane, ovvero nelle giornate del 3, 4, 9, 10 e 11 Maggio 2013, temi come il turismo responsabile e l’ecoturismo sono stati i temi-cardine del workshop ECO HOST “Nuove prospettive per l’ospitalità sostenibile in Puglia”, una serie di incontri promossi dall’associazione Apulia Slow ed organizzati da USE-IT Bari, Tournelsud.com e MM!Studio Architetti ed inseriti nel calendario eventi dei Laboratori dal Basso. I lavori delle varie giornate sono state inoltre trasmessi in streaming sulla Rete per permettere una più ampia condivisione del sapere.

foto1

Venerdì 3 maggio Sergio Fadini, referente di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), ha dato il via ai lavori con un excursus della storia del turismo, ricordandoci come una certa sensibilità per i temi ambientali ed etici in ambito turistico si sia sviluppata a partire dagli anni Settanta. La Dott.ssa Angelica Vignola, rappresentante di ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale) nel pomeriggio ha spiegato quali siano gli standard qualitativi e quali siano gli enti preposti a certificare strutture ricettive, tour operator e ristoranti in termini di bioturismo.

Sabato 4 maggio è stata la volta dell’intervento di Nicola Specchio, Carlo Alberto Dalla Chiesa e Pietro Vecchi, i founder del famoso Ostello Bello di Milano: i partecipanti hanno molto apprezzato la possibilità di confrontarsi con chi, come loro, ha dato vita ad una struttura ricettiva, con tutte le soddisfazioni e le problematiche che ciò comporta. L’Ing. Giuseppe Colaci De Vitis di Green KW Engineering ha successivamente presentato una serie di soluzioni per rendere la propria struttura ricettiva energeticamente più sostenibile.

Giovedì 9 maggio il Progetto Ecogate di Senigallia, innovativo progetto di turismo sostenibile, è stato illustrato grazie all’intervento dell’architetto Enrica De Paulis: il turismo sostenibile può riqualificare il territorio, se si scelgono interventi che evitino il consumo del suolo e se si realizzano campeggi con soluzioni eco-friendly.

Parola d’ordine di venerdì 10 maggio è stato il termine “glamping”, che identifica una tipologia di campeggio ecologico altamente confortevole. L’architetto Marco Pilati e il dott. Stefano Ceci di GHnet, oltre a illustrare le potenzialità dell’ospitalità all’aria aperta, si sono complimentati con il sistema ricettivo pugliese fatto di masserie e agriturismi, garanti di qualità e identità. Infine la giornata si è chiusa con il progetto di ricettività diffusa all’aria aperta da attuarsi in Valle d’Itria di YAZ Puglia.

Sabato 11 maggio la giornata conclusiva di Eco Host si è svolta a Cassano Murge presso Masseria Ruòtolo. Dopo un’escursione nel Parco dell’Alta Murgia, è stata la volta dell’intervento della Dott.ssa Ottavia Ricci di Italien Öko Reisen, che ha illustrato come promuovere l’offerta turistica sostenibile pugliese all’estero, simulando con i partecipanti di creare pacchetti di vacanze ecologiche in Puglia. Infine, i lavori di Eco Host si sono conclusi con le parole di Antonella Milella, titolare di Masseria Ruòtolo, che da 25 anni ha fatto del turismo sostenibile la propria mission.

foto2

Attraverso gli appuntamenti di ECO HOST si è potuto comprendere come l’offerta turistica eco-friendly pugliese sia già piuttosto ricca e varia. Questi lavori hanno comunque evidenziato la necessità per chi opera in Puglia nel turismo responsabile e sostenibile di avere uno spazio-web, che aggreghi tutte queste realtà per differenziarle dal resto dell’offerta turistica. Tournelsud.com abbraccia questa necessità: mission del portale è, infatti, costituire un aggregatore, che permetta all’utente del web, futuro turista, di avere in un’unica “vetrina” il meglio per le proprie vacanze eco-friendly in Puglia!

Lettera aperta per un tavolo permanente dedicato alla bellezza

LETTERA APERTA ASSOCIAZIONE LA CICLOFFICINA

 

Un tavolo permanente e intercomunale dedicato
alla bellezza, agli spazi pubblici, alla mobilità, allo sviluppo sostenibile.

Siamo un’associazione che si occupa di mobilità ciclabile, cicloturismo, sostenibilità e integrazione. Lo facciamo dentro un territorio, non dentro dei limiti amministrativi.

In oltre un anno di vita associativa abbiamo avuto la possibilità e la capacità di incrociare istituzioni, altre associazioni, operatori del commercio e dell’impresa, cittadini con i più diversi interessi e fare rete con ognuno di loro per portare avanti e migliorare progetti comuni.

Il denominatore comune sul quale, con tutti, ci siamo ritrovati è stata la bellezza. Come orizzonte, come prospettiva, come risorsa, come regola. Moltissime volte ci siamo compiaciuti di quanta ne avessimo attorno, della facilità di ritrovarla in mille scorci, ad ogni girata d’angolo. Tante altre volte abbiamo invece condiviso l’umiliazione dell’abbruttimento.

La bellezza di trulli, grotte, colline, ulivi, mare, pietra a secco, boschi, masserie, borghi medievali,  tradizioni, riti, gastronomia, sapori, odori nell’aria e a tavola, tonalità di azzurro, di bianco e di verde. La bellezza di una città pulita, ordinata, accessibile, accogliente, comune. La bellezza di un traffico meno caotico e più sicuro, dove pedoni e ciclisti, specie nelle vie del centro, si riconciliano con la strada. La bellezza di un sistema economico e di un modello di sviluppo territoriale intelligente, efficiente, solidale, in grado di comprendere quali sono e in cosa consistono i propri capitali, capace di proteggerli e investire su di essi

 

E poi, però, l’abbruttimento di tante piccole e grandi discariche per le campagne, magari lungo itinerari turistici/culturali, di mille abusivismi che sporcano la pelle della nostra terra come un’acne che non passerà mai, di un’urbanistica capace di derogare al buon senso prima ancora che alle norme, di un’igiene ambientale stretta spesso fra pigrizia e interessi, dei beni comuni sotto costante assedio, in continua erosione. L’abbruttimento di una mobilità nevrotica, chiassosa, che si appropria appieno della metafora della jungla, compresa la regola del più forte, e che lascia ai margini -della sicurezza in primis- pedoni e ciclisti. L’abbruttimento di un’economia competitiva nel senso peggiore, con l’inestimabile capitale di bellezza che anziché essere protetto, valorizzato, accresciuto perchè siano sempre di più a poterne trarre beneficio, viene contaminato, eroso, dilapidato. Impoverendo, sotto ogni aspetto, l’intera comunità.

Alla bicicletta siamo grati perché ci ha offerto la giusta velocità e il miglior punto di vista per cogliere tutto questo.

Fermandoci a rileggere la nostra esperienza, i tanti risultati già raggiunti, ci appaiono chiari gli aspetti positivi e anche i grandi limiti. I primi riguardano la capacità di fare rete e muoversi con un approccio collaborativo, i secondi invece si riferiscono all’esatto opposto.

Seguendo questa traccia, trasformando i limiti in risorse, oggi sentiamo l’esigenza e la volontà di intervenire, di aprire il dibattito, di distribuire le responsabilità a partire dalle nostre, di trovare una volontà e un metodo di lavoro comune.

Ci piacerebbe che si aprisse un tavolo di attori interessati, coinvolti, convinti. Non dovrebbe essere né il tavolo delle sole istituzioni e nemmeno la pletora di chiunque passi per strada; sono necessarie capacità, proposte, sintesi, operatività. In primis crediamo necessario il coinvolgimento dei Comuni, seguiti nell’iscriversi da chiunque si presenti come fautore di proposte costruttive.

Vogliamo alzare l’asticella, vogliamo chiedere a tutti coloro che hanno la responsabilità di poterlo fare, di mettere al centro del dibattito e dell’agire, con coraggio e senza tentennamenti, la bellezza, la cura del territorio, la riappropriazione degli spazi pubblici, la sostenibilità di un nuovo sviluppo territoriale.

Quello che chiediamo alle Amministrazioni comunali di Putignano, Noci, Castellana Grotte, Alberobello, Locorotondo, Martina Franca, Cisternino, Ceglie Messapica, Conversano, Turi, Gioia del Colle e Sammichele di Bari, alle Associazioni di categoria, alle Associazione culturali e ambientali del territorio, al GAL Terra dei Trulli e di Barsento, alle altre istituzioni e ai tanti movimenti impegnati sul territorio è di aprire un tavolo permanente e intercomunale dedicato alla bellezza, agli spazi pubblici, alla mobilità, allo sviluppo sostenibile.

L’invito per il primo incontro è per Martedì 4 giugno alle 19 in Piazza Plebiscito a Putignano (BA).

Ci auguriamo che il nostro invito venga accolto e che si possa, tutti insieme, fare la differenza per un meraviglioso territorio che merita più rispetto da chi lo abita.

Apertura La Ciclofficina

La Ciclofficina  apre le sue porte!

Vi aspettiamo dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Tutti coloro che vogliono ripararsi la bici con le proprie mani o vogliono semplicemente avvicinarsi al mondo della bicicletta sono i benvenuti!

A disposizione attrezzi, pezzi di ricambio ( a prezzi modici), qualche consiglio e la nostra simpatia ;)

Per accedere ai locali della Ciclofficina  in Piazza Plebiscito 17-19 a Putignano (BA) è necessario tesserarsi.

Tessera 2013

Cosa aspettate a richiederla!

TESSERA latoA

Ciclovia dei Borboni: Bari/Napoli in bicicletta

testata

Dopo tante ciclopasseggiate durante il 2012 abbiamo deciso di fare il grande passo.
Per il lungo weekeend del 25 Aprile abbiamo organizzato un viaggio da Bari a Napoli seguendo l’itinerario della Fiab.

“E’ importante chiarire fin dall’inizio che quello che noi abbiamo in mente è il cicloturista (slow come si dice oggi) che vuole scoprire il territorio con il suo silenzioso mezzo, che si guadagna terreno con sola forza delle proprie gambe in una progressione lenta, dolce, che gli consente di non perdersi neanche una piega del paesaggio, di non rinunciare ad incontri con persone del luogo, a godersi uno spuntino con cibi inimmaginabili altrove. Niente di sportivo o di agonistico, niente tabelle e tempi da rispettare o record da battere, solo lo scorrere del tempo e del territorio a lato e il piacere infinito di conquistarsi ogni metro del nostro viaggio.”
Leggi l’articolo intero »

Mobilità sostenibile

Non perdetevi questa 3 giorni di dibattito sulla mobilità sostenibile!

 

  • Finanziato da

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.